Musei

Museo di Arte Sacra di Tavarnelle Val di Pesa

Strada della Pieve n. 19, Tavarnelle Val di Pesa
Orario di apertura:
Periodo estivo (1/06 - 30/09): Sabato e Domenica ore 16.30 alle 19.00
Periodo invernale: Apertura su appuntamento contattando l'Associazione Amici del Museo al n. 055 8071195.

Il Museo d'Arte Sacra è collocato nelle sale al primo piano della canonica attigua alla pieve di San Pietro in Bossolo. La raccolta fu creata nel 1989 con le opere provenienti dalle chiese del territorio comunale, alcune già depositate nella canonica di San Pietro e in Santo Stefano al Ponte a Firenze. Il Museo è costituito in particolare da dipinti del XIII-XVIII secolo, oggetti liturgici e una piccola raccolta di ex-voto.

Informazioni sul Museo e le opere dal sito del Sistema Museale del Chianti e del Valdarno Fiorentino.

Mostra del Ricamo di Tavarnelle Val di Pesa

Strada della Pieve n. 19, Tavarnelle Val di Pesa, presso il Museo di Arte Sacra
Orario di apertura:
Dal 1° novembre al 31 marzo: aperto su prenotazione contattando l'Associazione Amici del Museo al n. 055 8077195
Dal 1° aprile al 31 ottobre: sabato e domenica 15.00 -18.00

Al piano terra del Museo d'Arte Sacra di Tavarnelle si trova anche una piccola esposizione del cosiddetto "ricamo di Tavarnelle", un particolare pizzo rigido nato all'inizio del Novecento dall'idea di una suora e perfezionato dalle donne della campagna tavarnellina. Il ricamo è usato per decorare abiti ma soprattutto per arricchire la biancheria dei corredi.

Museo "Emilio Ferrari" della Cultura Contadina di San Donato in Poggio

Via del Giglio n. 47, San Donato in Poggio
Orario di apertura
Dal 1° aprile al 31 ottobre: dal lunedi a sabato 9.00-12.30 - 16.00-19.00  domenica e festivi 9.30-12.30
Dal 1° novembre al 30 marzo: martedi 16.00-18.00 giovedi 10.00-12.00

Gli oggetti del museo provengono dalla donazione dell'ingegnere Emilio Ferrari (1915-1990). Di origini liguri, si trasferì a San Donato in Poggio (Tavarnelle Val di Pesa) negli anni Settanta; grande appassionato della cultura contadina toscana nei suoi molteplici aspetti, iniziò a raccogliere oggetti e utensili legati agli antichi mestieri della zona chiantigiana.

Informazioni sul Museo e la raccolta dal sito del Sistema Museale del Chianti e del Valdarno Fiorentino.

 

 


 
 

Ultimo aggiornamento: Mar, 03/01/2017 - 18:20