Chiesa S. Maria del Carmine Morrocco

La chiesa di Santa Maria del Carmine si trova al Morrocco, una frazione di Tavarnelle.

Il fiorentino Niccolò Sernigi nella seconda metà del XV secolo fece costruire una chiesa con annesso convento nel luogo in cui si trovava un'immagine della Madonna lasciata da alcuni pellegrini e ritenuta miracolosa.

L'edificio presenta una semplice planimetria ad aula unica con coro rettangolare concluso con una scarsella, secondo lo stile tipico delle costruzioni religiose minori del periodo gotico ed è circondato su due lati da un portico, dove sono visibili tracce di affreschi quattrocenteschi, tra i quali San Domenico e la Trinità attribuiti ad Antonio Filippelli. L'interno è stato ristrutturato nel XVII secolo e poi ancora nei primi del novecento in chiave neogotica, ma in origine l'interno doveva essere interamente affrescato.

Sul primo altare di destra si trova una tela raffigurante Cristo in Gloria e Santi datata 1643 e firmata da Nanno da San Gimignano, pittore che ha realizzato anche la tela posta al secondo altare di destra e raffigurante i Santi Rocco, Sebastiano e Pietro martire, anch'essa del 1643. Nel primo altare di destra troviamo anche una lunetta contenente un'Annunciazione in terracotta invetriata del XV secolo e attribuita ad Andrea della Robbia. Sulla fiancata sinistra del secondo altare è collocata una Crocifissione dei primi del XVII secolo, mentre sulla parete è collocato il busto di Niccolò Sernigi inserito in una ghirlanda in terracotta invetriata di Andrea della Robbia.

Dal porticato esterno si accede al convento carmelitano di clausura che sorge intorno ad un bel chiostro cinquecentesco con arcate su colonne in pietra serena e capitelli di ordine ionico. Sotto il porticato vi sono affreschi con la Vita di Santa Teresa d'Avila realizzati nel 1637.

La chiesa di Santa Maria conservava al suo interno una cospicua raccolta di opere d'arte tra cui una serie di tavole realizzate per il Sernigi da Neri Di Bicci. Tutte le tavole sono oggi conservate nel Museo d'arte sacra di Tavarnelle.

Ultimo aggiornamento: Mar, 03/01/2017 - 18:14